Archivi tag: mente auto-cosciente

PER SUPERARE IL DOLORE DEL PASSATO – Arthur Janov: Il Potere dell’Amore


Questo scritto è tratto dal libro di A. Janov: Il Potere dell’Amore e spiega come sensazioni come la sensazioni di disagio come il sentirsi non degni di essere amati può essere superata recuperando il sentimento ovvero l’emozione di dolore che ha causato questo disagio.

“Il cervello rispecchia la nostra storia evolutiva. Da quello rettiliano, che governa l’istinto,  al sistema limbico che elabora le emozioni, fino alla corteccia frontale, che governa la comprensione e il ragionamento, il cervello si presenta come una carta geografica delle nostre origini. Questo organo eccezionale si è formato autonomamente con un’evoluzione lunga centinaia di milioni di anni.

I concetti si trovano nell’area intellettuale e i sentimenti nell’area emotiva. Una persona che afferma di sentirsi inferiore esprime entrambe i livelli. Il concetto di inferiorità è un evento cerebrale corticale superiore. Il sentimento di inferiorità è un evento cerebrale corticale superiore. E’ il sistema limbico che ci consente la percezione del sentimento. Ecco qui il punto principale: non è sufficiente pensare i sentimenti, i sentimenti sono la nostra umanità.

Se nella nostra infanzia invece di amarci e vezzeggiarci ci hanno trattato con indifferenza e ci hanno trascurato, potremmo sentirci “non abbastanza adatti … non abbastanza degni di essere amati”. Questa sensazione si trasforma in un imprinting, una realtà duratura che viene interiorizzata quando quel tipo di trattamento genitoriale ci viene inflitto per tutta l’infanzia e l’adolescenza. Questo significa che qualunque incoraggiamento del mondo riceveremo dopo i vent’anni, non riuscirà a cambiare la situazione. La formula di incoraggiamento è un concetto, e i concetti non possono cambiare i sentimenti.. Soltanto i sentimenti ci riescono. E’ una convinzione apparentemente semplice che ha profonde implicazioni: infatti, se vogliamo provare a riguadagnare la nostra umanità abbiamo bisogno di recuperare i sentimenti, e non possiamo farlo utilizzando semplicemente la modalità concettuale.
Per recuperare il sentimento occorre fare un’esperienza completa di tutta la sofferenza che lo blocca, in modo che questa arrivi alla mente auto-cosciente.
Il”concetto” allora fluisce dal sentimento e può operare trasformazioni. La mente auto-cosciente strappa all’inconscio il potere di dirigere il comportamento. ”

 

2 commenti

Archiviato in EMOZIONI