MEDITAZIONE SAMASATI: RICORDATI CHE SEI “UN BUDDHA”


samasati meditation

La Meditazione Samasati è l’ultima delle meditazioni sociali che ha terminato Veeresh, prima di lasciare il corpo.

Veeresh decise di creare la Samasati per onorare la morte di sua madre Emma.

Durante questo processo di creazione ed esecuzione della meditazione, si rese conto che in realtà stava creando questa meditazione anche per preparare se stesso alla sua morte.

Questa bellissima e profonda meditazione ci aiuta a diventare più consapevoli che la morte è un evento naturale che arriva per tutti, anzi, è addirittura l’unica vera certezza che abbiamo durante la nostra vita.

La maggior parte degli esseri umani ha paura di morire, molte immagini connesse alla morte sono brutte, paurose, tetre, perchè la morte viene vissuta con paura, rabbia e dolore invece che con accettazione.

Oltre alle morti violente dovute alle varie circostanze della vita create dagli esseri umani e che lasciano energie cariche di rabbia, dolore e disperazione, ci sono molte persone che non riescono ad accettare di morire perchè non riescono ad andare oltre la paura inculcata dai condizionamenti familiari, sociali e religiosi, o per via dei rimpianti e dei sensi di colpa per tutto ciò che avrebbero voluto essere e non sono stati.

Il messaggio di Veeresh è quello di vivere una vita degna di amore, di non dare mai la propria vita per scontata, di essere grati per essere vivi, di vivere la vita con totalità. Se facciamo questo , la nostra morte arriverà come un momento sacro di passaggio in un’altra dimensione, nella quale il nostro corpo non è più, ma il nostro spirito ci sarà sempre perchè è eterno.

Il messaggio di Osho, di cui Veeresh era una dei suoi più fedeli discepoli, è quello che solamente una vita consapevole è ricompensata da una morte consapevole.

Questa profonda accettazione della morte aiuta a superare il dolore della perdita e la paura di non essere più nel corpo, a prescindere da quando e come avverrà, e stimola la riflessione sul vivere la vita in modo consapevole.

La Meditazione Samasati può anche essere intesa come metafora, infatti ogni volta che siamo nel cambiamento, ogni volta che una situazione non è più, è come una piccola morte, dunque la morte può anche essere intesa come “trasformazione”, proprio come nella carta dei tarocchi zen di Osho, dove la morte dei tarocchi classici è stata sostituita dalla carta della trasformazione.

Per molte persone è difficile accettare il cambiamento, perchè affiorano paure inconsce a volte anche molto profonde, come la paura della solitudine, la paura di non farcela, la paura della disapprovazione e anche altre … spesso associata alla paura c’è il dolore per la perdita di qualcuno o qualcosa.. La meditazione Samasati ti aiuta a sviluppare il sentimento della gratitudine per ciò che sei, per ciò che hai avuto nella vita, per le persone che hai incontrato nella tua vita, per tutti coloro che hai amato, perchè ogni persona e situazione è esattamente ciò di cui hai bisogno per evolverti, e ti hanno portato ad essere ciò che sei oggi. Dunque dalla gratitudine profonda al dire “addio” a tutti e a tutto, alla persona che se ne è andata dalla tua vita, alla situazione che si sta trasformando , perchè sai che non sarai più, stai per lasciare il corpo … metaforicamente non sarai più la stessa persona, non sarai ciò che tu intendi cambiare. Nel momento in cui accetti la paura del cambiamento sei pronto per lasciare andare ciò che non ti è più di supporto per la tua evoluzione.. allora accade in te una profonda trasformazione interiore.

Zen014TransformationDal ringraziare al dire addio al celebrare  la libertà della tua anima, la meditazione Samasati ti ricorda che sei vivo e che la tua vita qui e ora è la cosa più preziosa che hai, vale la pena di essere vissuta in modo degno , nell’amore e nella luce.

Come tutte le meditazioni sociali di Veeresh, la Samasati contiene musica speciale sulle frequenze dell’amore, che in alcuni momenti si esprime come sentimento profondo, in altri momenti si esprime sotto forma di gioia o di consapevolezza.  Gli abbracci con frasi speciali  sono promemoria per ricordarti che sei “un buddha”, ovvero Dio è in te, e un momento di connessione amorevole con gli altri.

La meditazione è toccante, profonda, celebrativa, amorevole e aiuta ad acquisire una maggiore auto-consapevolezza sulla tematica della morte, sia fisica , per esempio quando una persona cara ci ha lasciati o sta per lasciarci, sia psicologica, intesa come detto sopra, come una trasformazione interiore.

Grazie di cuore a Veeresh che ha creato questa meditazione sociale basata sui valori di amore, consapevolezza e responsabilità, per aiutare chi la pratica a prepararsi a questo importante rito di passaggio ad un’altra dimensione, quando esso avverrà, e a superare i disagi che si vivono e che sono emozionalmente assimilabili alla paura di morire, quando si affrontano situazioni in cui è arrivato il momento di “lasciare andare” e “dire addio” a qualcuno o a qualcosa che non farà più parte della nostra vita.

Meditazione Samasati a Milano 11 giugno 2015

Per informazioni sul calendario delle Meditazioni Sociali di Veeresh visita http://www.leela.it

1 Commento

Archiviato in AUM E MEDITAZIONI SOCIALI, EMOZIONI, HOME, INCONTRI E AMICIZIA, MEDITAZIONE, MEDITAZIONI SOCIALI, OSHO, RELAZIONI, TANTRA, VEERESH E HUMANIVERISTY

Una risposta a “MEDITAZIONE SAMASATI: RICORDATI CHE SEI “UN BUDDHA”

  1. Deva Nado

    Amo moltissimo questa meditazione di Veeresh. Amo la Samasati perchè mi riporta immediatamente a casa. La mia casa è il mio silenzio. quello di cui io sento di essere fatta. In questo stato di calma e silenzio rivedo come in un videoclip persone che ho incontrato durante la mia vita. E’ incredibile cosa mi appare: rivedo con chiarezza oltre che i miei genitori e i miei cari , anche le persone che per un solo attimo ne hanno fatto parte . Per esempio la signora a cui ho ceduto il posto anni fa nel tram e che mi ha ringraziato particolarmente oppure il viso del ragazzo che mi ha dato uno spintone per strada o la signora bionda che quel giorno di tanti anni fa al supermercato mi ha dato un euro in cambio che io le dessi il mio carrello della spesa. Tutti ritornano alla mia memoria .Una moltitudine di persone vivi e morti che ho incontrato nella mia vita e che ringrazio per averne fatto parte. E mi preparo a morire: potrei lasciare il corpo in questo preciso momento. Non ci è dato di sapere quando questo avverrà. Mi preparo a lasciare questa vita incredibile e meravigliosa che mi è stata donata in modo così misterioso. Mi preparo a questo lasciando andare tutte le sofferenze e le incomprensioni e le difficoltà che ho incontrato . Lascio andare allo stesso modo il ricordo di amori passati e di forti emozioni vissute. Lascio andare proprio tutto. Provo a svuotarmi per poter essere accolta , leggera, nel flusso dell’esistenza universale di cui io farò parte per l’eternità e che coinciderà con la morte del mio corpo fisico. Voglio arrivarci nuda e leggera e pura nello stesso modo in cui sono arrivata in questa vita al momento della nascita.

    Tutto questo avviene con le splendide musiche di Veeresh . E non posso fare a meno di avvertire una profonda emozione che mi fa sentire di essere viva .Io sono la vita stessa . Comprendo di non essere io a vivere la vita ma è la vita che si mostra attraverso me. E ringrazio con tutta me stessa per questa opportunità che mi è stata donata e che potrebbe durare solo un momento ancora , ma che voglio sia totale, intensa e consapevole anche solo per il tempo di un ultimo respiro.

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...